Dopo aver letto il Diario di Santa Faustina ho trasformato il mio ufficio in una Cappellina

Forse non tutti i telespettatori sanno che all’interno della sede di Fano TV c’è una Cappellina dedicata alla Divina Misericordia. E’ stata realizzata nel 2014, ancor prima di sapere che il papa avrebbe indetto un Anno Giubilare Straordinario dedicato proprio alla Misericordia di Dio. La decisione di realizzarla l’ho presa dopo aver letto il Diario di Suor Maria Faustina Kowalska (al secolo Helena Kowalska (Głogowiec, 25 agosto 1905 – Cracovia, 5 ottobre 1938), è stata una religiosa polacca, appartenente alla congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia, propagatrice della devozione a Gesù misericordioso; nel 2000 è stata canonizzata da papa Giovanni Paolo II. Mistica e veggente, viene venerata in tutto il mondo come l’Apostola della Divina Misericordia e nel suo Diario Gesù le usa l’appellativo di “Segretaria della Divina Misericordia”.).

Cappellina2014

La Cappellina dedicata alla Divina Misericordia, dove prima c’era il mio ufficio.

Ho letto il suo Diario per ben due volte e ne sono rimasto profondamente colpito. E’ così che ho deciso di traslocare il mio ufficio (era il locale più grande rispetto agli altri uffici, 15 mt. quadrati) per costruirci questa cappellina dedicata alla Divina Misericordia. L’impresa tutto sommato è stata semplice almeno fino al termine dei lavori. Un po’ più complicata in seguito, ma è giusto così. Ricordo che nelle settimane in cui gli operai lavoravano per l’allestimento, seguivo i lavori con grande entusiasmo e passione. Cercavo di non tralasciare nulla: dalla posa in opera del laminato alla tinteggiatura delle pareti, dalla costruzione dell’altare agli inginocchiatoi.

marco-ufficio

Il mio ufficio prima di diventare una Cappellina

quadro-misericordia

Il quadro “Gesù confido in Te” il giorno in cui sono terminati i lavori.

Il quadro centrale, con l’immagine di Gesù, e gli altri arredi sacri sono stati scelti con la massima cura. A Roma, il 29 settembre 2014 in un viaggio andata e ritorno in poco più di mezza giornata, nel santuario di Santo Spirito in Sassia ho acquistato il quadro. Prima di ripartire ho chiesto al rettore Mons. Jozef Bart di benedirlo. Lui lo ha fatto volentieri e gli ho anche detto che sarebbe stato collocato nella parete centrale di in una cappellina presente all’interno di una emittente televisiva. Lui, con mio grande stupore, conosceva già Tele Voce Cristiana perché qualcuno gliene aveva parlato. Forse perché tutti i giorni trasmettiamo la Coroncina proprio dal “suo” Santuario che si trova a due passi da San Pietro e probabilmente qualcuno glielo ha riferito. Ecco perchè si ricordava di noi.

Benedizione-quadro-2014-09-29 12.56.06

Il rettore Mons. Jozef Bart  mentre benedice il quadro.

Storia diversa per la statua della Madonna, posizionata su una mensolina nella parte destra della Cappellina. Per un po’ di tempo è rimasta la stessa che un gruppo di volontari ci regalò qualche anno prima in occasione del “primo” rosario, che quella volta veniva trasmesso su Fano TV. Statua che poi ho donato volentieri ad un gruppo di missionari diretti a Cuba che avevo conosciuto in un pellegrinaggio. E’ stata una emozione grandissima vederla arrivare in processione all’interno di una chiesa cattolica cubana accolta da alcune persone felici per averla ricevuta in dono.

statua-madonna-negozio

La statua della Madonna nel negozio a Medjugorje.

La statua attuale è stata acquistata a Medjugorje (Bosnia) nel marzo 2015. L’avevo notata in un negozio che si trova davanti la chiesa di san Giacomo già nel 2014. L’ho fotografata e me la sono tenuta memorizzata nel cellulare. Appena tornato a Madjugorje sono andato a prenderla. Anche quella statua è stata benedetta al termine di una Santa Messa nella chiesa parrocchiale.

statua-madonna-benedetta

Nella Cappellina ogni giorno alle 15 vengono due volontari a recitare la Coroncina alla Divina Misericordia e il Santo Rosario. Attraverso un numero verde gratuito per i telespettatori (800-137053), raccogliamo le intenzioni di preghiera. Non chiediamo soldi, almeno non direttamente al telefono. Non mi piace lucrare sulle preghiere. Spesso ci chiedono di pregare per la guarigione di qualche persona, piangono e chiedono conforto per continuare a sperare. Chi vuole contribuire al mantenimento della Cappellina e di Tele Voce Cristiana, può utilizzare le coordinate (postali e bancarie) che ogni ora vengono comunicate attraverso la televisione sul canale 216. Per quanto riguarda le donazioni liberali si tratta di cifre modeste, ogni mese raccogliamo si e no qualche centinaio di euro che solitamente vengono spesi per acquistare la cera liquida per le candele e i fiori o le piante. Il resto delle spese è a carico di Fano TV.

cappellina-2015

Le composizioni di fiori nella Cappellina il giorno della Consacrazione della Televisione

In pochi mesi i volontari del Gruppo di Preghiera (anche se non ufficializzato) sono aumentati notevolmente. Ognuna di queste persone partecipa con un cammino di fede personale, con esperienze diverse alle spalle e provenienti da comunità parrocchiali differenti. Il 17 settembre scorso abbiamo Consacrato la Televisione (Fano TV, Tele Voce Cristiana e Pesaro TV) a Gesù, Maria e San Gabriele Arcangelo. Una serata speciale, nella quale abbiamo pregato per ciascuno di  noi e per l’opera di apostolato della comunicazione che siamo chiamati a svolgere ogni giorno a servizio della Chiesa. Non nascondo che speravamo di poterla trasmettere in diretta, per condividere questo momento di comunione spirituale con le tantissime persone che ogni giorno pregano insieme a noi. Ma in spirito di assoluta obbedienza al nostro vescovo (S.E. Mons. Trasarti, della Diocesi di Fano, Fossombrone, Cagli e Pergola) seguendo le sue direttive, l’abbiamo fatta in forma privata. Ed è stato comunque un momento meraviglioso anche perché insieme a noi c’erano un sacerdote cattolico e uno ortodosso.

Cappellina-volontari

Il gruppo di preghiera nella Cappellina di Tele Voce Cristiana il giorno della Consacrazione.

Dicevo delle difficoltà: ce ne sono state e ce ne saranno ancora. Ma in tal senso ci vengono in aiuto le parole di un papa che io stimo molto.  “Le vie del Signore non sono facili, ma noi non siamo creati per la comodità, bensì per le cose grandi… (Benedetto XVI – 25/04/2005). La preghiera ci aiuterà a superarle, una dopo l’altra. Gesù confido in Te. 

 

 

Parliamone…

Perché una pagina personale ? Non per vanità, di questo ne sono certo. Sentivo la necessità di avere uno spazio scollegato dai siti istituzionali che gestisco come direttore responsabile di Fano TV. Un luogo dove poter parlare liberamente, da cittadino.

Vediamo cosa ne esce fuori. I contatti li avete, sarei contento di condividere opinioni, critiche, soprattutto, ma niente offese gratuite, le cestino perché non servono.

A presto.

Marco Ferri